Buon Ferragosto a tutti!

Versilia

Ci siamo, il clou dell’estate è arrivato, il giorno che segna la metà del mese di agosto è qui! Se qualcuno si domandasse da dove arriva la tradizione (tutta) italiana di festeggiare il ferragosto, bisogna dire questa festività ha origini antichissime che risalgono all’Imperatore Augusto (18 a. C.), il quale istituì un periodo di festeggiamenti e riposo col nome latino di feriae Augusti che significa appunto “riposo di Augusto. Come spesso succede, la religione cristiana si appropriò di questa usanza pagana e la trasformò nella celebrazione dell’Assunta: il 15 agosto infatti ricorre proprio la ricorrenza cattolica dell’Assunzione della Vergine Maria in cielo. In giro per l’Italia si usa celebrare il ferragosto con feste tradizionali. La più nota di tutte è il Palio dell’Assunta a Siena, una delle attrazioni folkloristiche più seguite e famose al mondo. La feste vede le contrade della città sfidarsi nella bellissima piazza del Campo per la conquista del palio appunto.

Altra tradizione popolare molto rinomata è quella del Palo della Cuccagna, un gioco celtico che si svolge un po’ ovunque in Italia, ma ha origine in Trentino durante la Sagra dei Mozac, che vede le squadre si sfidarsi a prendere dei premi, di norma generi alimentari, posti in cima ad un palo.

Ed in Versilia? Il Ferragosto da noi si festeggia mangiando, ovviamente. Il pranzo del 15 di agosto è un appuntamento imperdibile per tutte le famiglie italiane. Un pasto veramente luculliano, che prevede piatti a base di pesce e si conclude con una fetta di cocomero molto freddo.
E nel pomeriggio, tutti sulla spiaggia, dove vige l’usanza di “battezzare” con un secchiello d’acqua di mare chiunque passeggi sulla riva: un divertimento assoluto per i più piccoli e non solo. Quindi, se decidete di fare due passi per smaltire il pranzo, con molta probabilità tornerete a casa tutti bagnati.